recycling3

Ecco gli incontri e i panel che vedranno la partecipazione di tantissime realtà del panorama cinematografico nazionale; occasioni uniche per discutere e confrontarsi sulle nuove sfide nel mondo del cinema e dell’audiovisivo.

Come ogni anno, il RIFF affianca, alle proiezioni di film, una serie di appuntamenti dedicati al settore attraverso panel ed incontri con professionisti, per dialogare e discutere su alcune delle grandi sfide del cinema contemporaneo.

Si inizia Domenica 29 Novembre con ‘Che fine hanno fatto i sogni?’, un convegno sul futuro dell’industria cinematografica italiana dopo la pandemia. L’evento, promosso da CNA Cinema Audiovisivo Roma in collaborazione con Cinema d’iDEA e Kalabrone Film, intende puntare un riflettore sul Cinema in questo momento di sofferenza economica e artistica.

Il focus seguirà la proiezione del documentario dal titolo omonimo, diretto da Patrizia Fregonese de Filippo.

Lunedì 30 Novembre sarà la volta del Pitch Day: Francesco Perciballi, CEO della piattaforma Tixter, si unirà a noi per parlarci dei nuovi strumenti e tecnologie digitali per il finanziamento e la distribuzione di prodotti audiovisivi.

In questa occasione, i finalisti del concorso del RIFF per le sceneggiature, si confronteranno con gli ospiti presenti su come presentare un’idea nel nuovo mercato post-covid. Seguirà un face to face tra i produttori e il candidato del cui progetto si sono maggiormente interessati.

Infine, il nostro ultimo panel sarà dedicato all’approfondimento della nuova scena black del cinema statunitense.  Giovedì 3 Dicembre ci raggiunge il critico e storico del cinema Lapo Gresleri che nel suo incontro ‘BLACK FILMS MATTER’ ci racconterà delle tendenze, stili e tematiche di una cinematografia in rapido sviluppo che sta scardinando il sistema iconografico hollywoodiano per offrire prospettive alternative su importanti e attuali questioni sociali.

Gli eventi saranno tutti trasmessi in streaming; presto troverete tutte le info e i link sul nostro sito.

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Scopri le altre News di Riff

Annunciati i vincitori del pubblico per la XIX edizione del RIFF. Miglior Documentario Italiano è La Conversione di Giovanni Meola; Miglior Doc. Internazionale è il colombiano The Fog of Peace di Joel Stangle. Per i corti vince l’animazione con Something Borrowed di Michaela Wozny

Il Premio del Pubblico al Miglior Documentario Italiano va a La Conversione di Giovanni Meola presentato in anteprima al festival. Peppe, ex-galeotto con 30 anni di galera alle spalle, oggi drammaturgo e attore, e l’ex-manager Vincenzo, prima “gola profonda” del sistema bancario italiano, oggi consulente

Annunciati i vincitori della XIX edizione del RIFF. Miglior Lungometraggio è Havel di Slávek Horák, menzione speciale a La Fortaleza di Jorge Thielen-Armand, Miglior Corto Italiano è Zheng di Giacomo Sebastiani, Vince il Premio Rai Cinema Channel The Recycling Man di Carlo Ballauri.

La giuria chiamata a valutare i lavori finalisti è composta da: Fabrizio Lucci (direttore della fotografia), Anselma Dell’Olio (regista e critica), Lino Guanciale (attore), Lapo Gresleri (critico cinematografico), Patricia Mayorga Marcos (giornalista cilena), Ahmed Ejaz (giornalista Pakistano), Stefano Ratchev (musicista e compositore di colonne sonore