Daughter di Daria Kashcheeva Miglior Corto di Animazione al RIFF Awards 2019 è candidato per un Oscar nella categoria Animazione

Czech cinema returns to the Oscars’ red carpet! Daughter, directed by Daria Kashcheeva, produced by Zuzana Roháčová / FAMU and co-produced by MAUR film has been nominated for an Oscar in the category Animated Short Film.
“Our Daughter is a dream of every parent. She is doing well and makes the parents happy. She grew up in the modest environment, but early on she confidently went to the world. In addition, her spiritual mother Daria Kascheeva is a great person and a talented filmmaker, which would make every producer happy. She gave birth to a remarkable film” said Martin Vandas, co-producer of the film.
Daugter‘s director, FAMU student Daria Kashcheeva, continues in a series of fantastic achievements. In the past months, Kashcheeva’s film won the major prize at the world’s biggest animation film festival in Annecy, the student Oscar and it was also invited to more than 60 festivals all over the world, including Toronto IFF, Sundance IFF, Melbourne IFF or Tallinn BNFF.

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Scopri le altre News di Riff

Annunciati i vincitori del pubblico per la XIX edizione del RIFF. Miglior Documentario Italiano è La Conversione di Giovanni Meola; Miglior Doc. Internazionale è il colombiano The Fog of Peace di Joel Stangle. Per i corti vince l’animazione con Something Borrowed di Michaela Wozny

Il Premio del Pubblico al Miglior Documentario Italiano va a La Conversione di Giovanni Meola presentato in anteprima al festival. Peppe, ex-galeotto con 30 anni di galera alle spalle, oggi drammaturgo e attore, e l’ex-manager Vincenzo, prima “gola profonda” del sistema bancario italiano, oggi consulente

Annunciati i vincitori della XIX edizione del RIFF. Miglior Lungometraggio è Havel di Slávek Horák, menzione speciale a La Fortaleza di Jorge Thielen-Armand, Miglior Corto Italiano è Zheng di Giacomo Sebastiani, Vince il Premio Rai Cinema Channel The Recycling Man di Carlo Ballauri.

La giuria chiamata a valutare i lavori finalisti è composta da: Fabrizio Lucci (direttore della fotografia), Anselma Dell’Olio (regista e critica), Lino Guanciale (attore), Lapo Gresleri (critico cinematografico), Patricia Mayorga Marcos (giornalista cilena), Ahmed Ejaz (giornalista Pakistano), Stefano Ratchev (musicista e compositore di colonne sonore