SURGE_1

Al centro della seconda giornata di programmazione la città di Roma nelle sue sfaccettature nel film “Ernesto” con Federico Russo in anteprima mondiale e “Surge” di Aneil Karia vincitore al Sundance e in concorso alla Berlinale sezione Panorama. Nei doc. “Viaggio attraverso la Città Possibile”

Alle 16.20 via ai documentari italiani con La mia storia si perde e si confonde di Daniele Gaglianone & Imogen Kusch in anteprima mondiale. Accompagnati dalle suggestioni del racconto di Borges “La forma della spada”, gli allievi di recitazione della Scuola Volonté esplorano il confine fra bugia e verità, interprete e personaggio. Alle 17.00 Il Giro delll’Horror [Giro #01 – Gatto Nero, Coccodrillo Rosso) un viaggio appassionante nella cultura horror Italiana vista da vicino… Molto da vicino!

Alle 18.20 per i doc. sulla Capitale Viaggio attraverso la Città Possibile di Eugenio Corsetti & Emiliano Monaco in anteprima italiana.

Sempre ambientato nella Capitale, alle 20.00 inaugura il concorso nazionale dei lungometraggi Ernesto di Alice De Luca e Giacomo Raffaelli (Italia) in anteprima mondiale. Opera prima di due giovanissimi registi con protagonista Federico Russo (I Cesaroni e Curon).

Alle 18.30 spazio ancora a Roma nel doc. Under the Skin – In Conversation with Anish Kapoor di Martina Margaux Cozzi in anteprima italiana. Un film d’arte che ci porta alla scoperta del mondo creativo di Anish Kapoor, il grande scultore e architetto britannico di origine indiana, e della sua personale relazione con l’arte, nell’ambito della sua mostra-evento al MACRO di Roma.

Segue per i doc. italiani in concorsoMakarìa di Giulia Attanasio in anteprima italiana.

Alle 20.00 inaugurano anche i corti del concorso nazionale e alle 22.00 chiude la giornata il concorso lungometraggi Surge di Aneil Karia (UK) in anteprima italiana. In concorso alla Berlinale e al Sundance, Joseph conduce una vita monotona tra il suo appartamento e un lavoro senz’anima all’aeroporto. Un impulsivo atto di ribellione lo spinge in un viaggio sfrenato e sconsiderato nel centro di Londra in cui sperimenterà cosa significa essere vivo.

Tra i momenti della giornata di sabato 28 novembre, alle 15.30 la seconda delle tre masterclass molto attese. Protagonista il direttore della fotografia Fabrizio Lucci nel panel dal titolo “Storie di cinema” che racconterà i segreti del suo mestiere. Ha lavorato in numerosi progetti televisivi e cinematografici e tra i suoi lavori più famosi divisi tra cinema e tv ricordiamo Don Matteo, Coco Chanel, Immaturi, Perfetti Sconosciuti e The Place.La masterclass sarà un’occasione, sia per gli studenti cheper i professionisti e gli interessati, per comprendere la costruzionedi un’immagine in un film ed un’opportunità perimparare come dare vita alla propria visioneartistica attraverso immagini straordinarie.Un confronto incentrato sulla sperimentazione nell’utilizzodella luce e della macchina da presa nella narrazione perimmagini.

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Scopri le altre News di Riff

Annunciati i vincitori del pubblico per la XIX edizione del RIFF. Miglior Documentario Italiano è La Conversione di Giovanni Meola; Miglior Doc. Internazionale è il colombiano The Fog of Peace di Joel Stangle. Per i corti vince l’animazione con Something Borrowed di Michaela Wozny

Il Premio del Pubblico al Miglior Documentario Italiano va a La Conversione di Giovanni Meola presentato in anteprima al festival. Peppe, ex-galeotto con 30 anni di galera alle spalle, oggi drammaturgo e attore, e l’ex-manager Vincenzo, prima “gola profonda” del sistema bancario italiano, oggi consulente

Annunciati i vincitori della XIX edizione del RIFF. Miglior Lungometraggio è Havel di Slávek Horák, menzione speciale a La Fortaleza di Jorge Thielen-Armand, Miglior Corto Italiano è Zheng di Giacomo Sebastiani, Vince il Premio Rai Cinema Channel The Recycling Man di Carlo Ballauri.

La giuria chiamata a valutare i lavori finalisti è composta da: Fabrizio Lucci (direttore della fotografia), Anselma Dell’Olio (regista e critica), Lino Guanciale (attore), Lapo Gresleri (critico cinematografico), Patricia Mayorga Marcos (giornalista cilena), Ahmed Ejaz (giornalista Pakistano), Stefano Ratchev (musicista e compositore di colonne sonore